Questo sito fa uso dei cookie al fine di facilitare la navigazione. Leggi l'informativa.

martedì 25 giugno 2019

Assemblea istitutiva FArete

Assemblea istitutiva FArete

Grazie a un processo di integrazione iniziato due anni fa ed una collaborazione nata ancora prima si è finalmente costituita FArete, un’associazione che unisce 53 tra organizzazioni, gruppi, onlus e ong che si occupano di cooperazione internazionale.

In questi due anni molti sono stati gli incontri per condividere conoscenze, competenze ed esperienze maturate all’interno di ciascuna realtà con l'obiettivo, in particolare, di “favorire l’elaborazione di una visione strategica e di politiche che orientino il sistema di volontariato, solidarietà e cooperazione internazionale del Trentino”.

62597649 696949767431598 6340154959132098560 o

L’assemblea istitutiva dell’associazione ha avuto luogo sabato 15 giugno presso il Centro per la Cooperazione Internazionale in vicolo San Marco, dove sono stati approvati all’unanimità statuto e regolamento.

Nel corso della mattinata è stata sottolineata la storicità della giornata, ma si è anche riconosciuto che bisogna agire in fretta nel sensibilizzare la cittadinanza e nel fare pressing sulle istituzioni competenti per creare tavoli di lavoro che mettano fine a una situazione di incertezza che prosegue da mesi.

Gli obiettivi che questa nuova realtà intende portare avanti sono otto: rappresentare le istanze e gli interessi delle organizzazioni che si occupano di volontariato, solidarietà e cooperazione internazionale nei confronti delle istituzioni pubbliche di carattere provinciale, nazionale e internazionale, rinnovare il ruolo di queste realtà anche all'interno della comunità trentina e promuovere il sostegno ai progetti, programmi e interventi promossi dagli enti associati, mettere a sistema conoscenze, competenze ed esperienze per generare sinergie ed economie di scala, rendere più visibili sul territorio le attività svolte dalle diverse organizzazioni, promuovere iniziative congiunte per coinvolgere i cittadini e l'opinione pubblica, così come le istituzioni, e infine stimolare la partecipazione e favorire l'elaborazione di posizioni comuni per promuovere dialogo e confronto tra volontariato e cittadinanza attiva.