Questo sito fa uso dei cookie al fine di facilitare la navigazione. Leggi l'informativa.

lunedì 23 aprile 2018

Una bici per ridurre le disuguaglianze

Una bici per ridurre le disuguaglianze

C'era una volta Chien, un bambino che viveva in un area rurale del Vietnam. Ogni giorno per andare a scuola doveva camminare per più di un'ora. Si alzava presto, ma non era mai abbastanza. In classe erano ormai abituati che all'appello lui non ci sarebbe stato ed avrebbe probabilmente saltato anche la prima lezione. Essere l'ultimo bambino che arriva a scuola non era una bella sensazione, la lezione era iniziata e spesso Chien finiva per non capire di cosa stesse parlando il maestro. Ma lui ci teneva ad imparare e non si scoraggiava: chiedeva così ai suoi compagni di prestargli gli appunti durante la pausa. Poi a fine giornata, sarebbe bello fermarsi a giocare con gli amici per un po'... ma più tempo si fermava e più tardi sarebbe di ritorno a casa, con i piccoli lavoretti che lo aspettavano. E così Chien diceva ciao agli amichetti, con questa sensazione di essere un po' la pecora nera, essendo l'ultimo ad arrivare ed il primo ad andarsene. Un giorno gli chiesero: qual è il tuo sogno? “Avere una bicicletta”, rispose. “La vicina di casa ne ha una, sono veloci e così non arriverei più a scuola in ritardo.” Qualche tempo dopo, la bicicletta arrivò e Chien non riusciva a crederci!! Finalmente sarebbe riuscito ad arrivare in tempo per le lezioni o addirittura essere tra i primi a scuola, come con i voti scolastici.

È proprio questa la storia di uno dei bambini a cui recentemente abbiamo consegnato una bicicletta. Il suo sogno era proprio di ricevere una bici, per poter arrivare in tempo a scuola. Grazie al progetto Semplici sogni diventano realta': bambini vietnamiti vanno a scuola in bicicletta finanziato da Poli, adesso il suo desiderio si è avverato.

Questo progetto si proponeva di aiutare i bambini nel distretto di Son Dong che vivono lontano da scuola e devono camminare almeno 40 minuti o più per arrivarci. Essendovi la pausa pranzo, ma raramente il servizio mensa, i bambini tornano a casa, e così diverse volte perdono parte delle lezioni sia a inizio giornata che durante il primo pomeriggio. Da ciò ne risente anche la frequenza scolastica e la qualità dell'educazione dei bambini. GTV voleva contribuire a risolvere il problema donando delle biciclette, un mezzo che può permettere a chi è distante di arrivare in orario alle lezioni.  I bambini individuati sono  quelli che partecipano al Sostegno A Distanza, un programma pensato per le famiglie più fragili dove mancano uno o entrambi i genitori e ove l'educazione dei più piccoli può essere compromessa dalle precarie condizioni economiche.

Arrivato il 1° di Aprile 2018, a GTV è tutto pronto ed i bambini vietnamiti ricevono con gioia una bicicletta. Al nostro arrivo, i bambini stavano aspettando con trepidazione e curiosità. Come saranno queste biciclette? Come funzioneranno? Quanto saranno veloci e quante belle cose mi permetteranno di fare? Ecco alcune delle domande che si potevano leggere sui visi di questi bambini. Un clima di collaborazione e aiuto reciproco ha pervaso nella giornata della distribuzione: all'apertura dei camion, la gente si è subito offerta di aiutare lo staff a scaricare e preparare le biciclette da consegnare ai bambini. La voglia di aiutare era tanta, dimostrando anche il valore del dono e quanto esso possa fare la differenza nella loro vita quotidiana. La gente del posto è stato molto contenta di questo intervento e anche la autorità locali hanno contribuito.

Questo progetto è stato reso possibile dall'iniziativa Coltiviamo i vostri progetti - Edizione 2017: grazie al Poli e ai tanti clienti del supermercato che hanno donato i loro punti al progetto Semplici Sogni siamo dunque riusciti a fare un altro passo avanti, contribuendo a creare condizioni migliori per una buona educazione e rendendo così possibile l'avverarsi di un futuro migliore.

bici gallery

Galleria di immagini