Questo sito fa uso dei cookie al fine di facilitare la navigazione. Leggi l'informativa.

lunedì 04 luglio 2016

Hoa, la guaritrice

Hoa, la guaritrice

Hoa è nata nel villaggio di Tuan Dao, nel nord est del Vietnam vicino ad un’importante foresta rinomata tutt’ora per la sua biodiversità. La famiglia numerosa di Hoa era composta da 7 sorelle e 3 fratelli e appartiene all’etnia Dao. La madre, e la nonna prima di lei, guaritrici entrambe, hanno passato le loro conoscenze, come da tradizione dell’etnia Dao, solo alle figlie femmine che sono destinate, se lo desiderano e se i loro mariti le lasceranno, a diventare guaritrici a loro volta. Il ‘mestiere’ di guaritrice non è remunerativo. Specialmente in passato, le guaritrici non erano pagate per le cure e le piante medicinali; ricevevano come ringraziamento solo dei doni che venivano poi offerti all’altare degli antenati in segno di riconoscimento. “I guaritori quindi non diventavano mai ricchi e spesso non guadagnavano quasi nulla per il proprio lavoro. Oggi la situazione è differente perché le persone curate pagano il guaritore per le erbe acquistate.” Da piccola Hoa non è riuscita a frequentare la scuola, così aveva molto tempo per accompagnare la madre e la nonna in foresta. E’ lì che ha imparato a riconoscere le piante che fanno bene e quelle che fanno male, le proprietà curative ed i veleni. Ma la fatica più grande era tagliuzzare in maniera precisa foglie e radici. Lo faceva fino a tarda notte. Tutto quel lavoro però le ha lasciato qualcosa: ed anche da ragazzina poteva riconoscere le piante, non solo in foresta, riconoscendone la maturazione e sapendo il tipo di taglio necessario, ma anche le cortecce, le foglie o i germogli già lavorati e mescolati con altre piante. Una volta sposata Hoa non era interessata a diventare guaritrice. Una nuova famiglia da accudire, risaie da lavorare e polli da allevare. Con il marito si era trasferita in un villaggio ancor più remoto ed in una zona in cui l’accesso alla foresta per lei era quasi sconosciuto: non c’erano più i sentieri che conosceva ad occhi chiusi e specialmente c’era ora un altro impegno da portare avanti: la sua nuova famiglia. La medicina tradizionale non ci stava proprio. Ma dopo la nascita della terza figlia, quando aveva 25 anni, un cancro al seno l’ha bloccata. All’epoca, era il 1999, non c’erano molti ospedali. Quello più vicino praticava solo la medicina occidentale e così l’unica via è stata quelle dei farmaci chimici. Anche se la madre era contraria, Hoa non vedeva altra soluzione. Il problema è che quando finiva di prendere i farmaci il male tornava. E così dopo le insistenze della sua famiglia di origine, Hoa ha cominciato a bere tisane e a fare impacchi sotto la supervisione della madre che non la lasciava un attimo. E così è guarita. Ed ha capito che la sua strada era quella: permettere anche ad altri di guarire così come era successo a lei. Nel frattempo le cose sono cambiate ed ora il mestiere di guaritrice è, anche se poco, riconosciuto. Oggi Hoa viaggia una volta al mese a Quang Ninh, la cittadina vicina. Si ferma per una settimana e porta con sé le erbe medicinali autoprodotte per i suoi pazienti che incontra periodicamente e che, con il passaparola l’hanno aiutata a farsi conoscere. Recentemente hanno cominciato a contattarla anche da Hanoi: lei consegna i pacchi con le erbe e le essenze al conducente dell’autobus e ad Hanoi c’è qualcuno ad aspettare l’autobus. Nelle settimane in cui è a casa, si reca in foresta e con l’aiuto del marito e delle figlie raccoglie ciò che è necessario. Così poi, una volta a casa, essicca, taglia, macina e prepara tutto quanto è necessario per il prossimo viaggio. Per fortuna c’è questa entrata straordinaria perchè le risaie sono soggette alle intemperie e a volte succede che il raccolto venga danneggiato dalle piogge. Inoltre il terreno non è molto fertile e la produttività è a livelli minimi. Ma la famiglia di Hoa se la cava proprio per questa sua passione e competenza che ha permesso alle figlie di studiare e di poter apprezzare con ancora più interesse il lavoro di guaritrice.

 

Hoa4IMG 1975